Raf Mooligan

Nano nero

Description:
Bio:

Raf Mooligan è un figlio di immigrati, nato e cresciuto nella parte più povera e degradata di Liverpool.
Le sue genitrici entrambe donne facevano entrambi parte di una gang, l’unica forma di famiglia e protezione che trovarono nella città: erano senza permesso di soggiorno, immigrate e clandestini, entrambi fuggiti da una nave carico di schiavi umani che aveva fatto scalo a Londra. Una delle due dagli stupri dell’equipaggio aveva dato un figlio: lui.

All’inizio non volevano saperne nulla di quel figlio e di che periodo orribile ricordava, ma non potevano andare nelle strutture per abortire e non si fidavano ai rimedi “fai da te” per paura che potessero fare più danno.
Uno dei membri della gang, propose loro di accettarlo come figlio suo e di non dire nulla: aveva una sorellastra mulatta, sterlie e che non poteva permettersi cure e terapie.
In cambio avrebe dato loro una sistemazione e la sua protezione : un patto che è stato mantenuto.

La neo mamma e papà erano una famiglia povera ma rientrava nei piani dei sussidi: non si aspettavano però che in pubertà la crescità di Raf si arrestasse quasi.
Il suo nanismo è armonico, ma potè studiare e non essere preso troppo crudelmente in giro. Il suo hobby e talento primario, erano i numeri di giocolerai e di prestigio : per una strana ironia della sorte, aveva un dono per le abilità circensi, anche se l’idea di fare il fenomeno da baraccone lo nauseava e irritava tanto quanto lo affascinasse.
I veri problemi per lui vennero dopo, quando il suo futuro sire, della Megera, e infante di Maurizio Auditore, decise che quel giovane uomo poteva tornargli utile per un rituale.
Desideroso di apprendere un potente rituale dalle Strix, strinse con esse un patto: avrebbe dovuto abbracciare un vampiro e costrigerlo a bere il sangue dei suoi genitori.

La sua crudeltà gli si rivolse contro: le Strix rimasero seccate, perchè il vampiro appena uscito dalla sua frenesia alimentata con la magia del sangue, non aveva in corpo il sangue dei veri genitori biologici.
Con sdegno e ira per il tempo perso, si rivoltarono contro il loro questuante e offrirono a Raf una vendetta.
Accortosi dopo di quello che era stato costretto a fare, non ci pensò nemmeno un secondo, ringraziando persino i tremendi uccelli di Dis.
Senza congrega, senza sapere di essere Diablerista, venne trovato per caso da Shimisami: la leader carthiana.
Con una buona dose di ascendenza e cure, lo adottò alla congrega.
Non sapeva di chi era “nipote”, pensando che si fosse risvegliato da una Strix come lei e che sotto interrogatorio di Maestà, non avesse capito affatto che era stato abbracciao dal figlio di Maurizio. Infatti lo aveva abbracciato subito dopo la morte come parte del rituale.
Maurizio Auditore aveva assistito, empaticamente, alla morte dell’infante e si disse soddisfatto. Un traditore del suo sangue, non meritava che questa fine.
Non mostrò mai, pubblicamente, nè riconoscimento nè risentimento per il nipote.
Si sono incontrati, più volte, ma i temi della discussione sono rimasti strettamente tra loro.
Dopo averne parlato con Shimisami, non c’è stato alcun problema per la sua permanenza in congrega e il contenuto è rimasto una prerogativa tra loro tre.

Raf Mooligan

Liverpool by Night Uata gabriele_logozzo